venerdì 7 febbraio 2014

Mai Mai Mai "Theta"

Uno dei personaggi più attivi dell'underground romano e italico è certamente Toni Cutrone: titolare della NO=FI Recordings, promotore della celebrata scena Borgata Boredom, gestore del circolo Dal Verme, batterista nei noise rockers Hiroshima Rocks Around e nel duo spastic-pop Trouble vs. Glue, in compagnia di Lady Maru. Vi basta? A lui certamente no, avendo dato da poco vita al progetto solista Mai Mai Mai, di cui oggi Boring Machines pubblica l'esordio "Theta".

Ed è un bene: l'uomo incappucciato ci regala sonorità elettroniche ossessive, dense di drones cupi e field recordings di acqua che stilla (l'iniziale Theta) e di antichi canti greci, mentre venti minacciosi spazzano via sabbie di beats da tappeti sintetici (Prometheus) e il nostro recita oscuri sermoni (Noeo, affinità con [1] Kilo Of Black Bondage e l'ultimo Denseland). E ancora, i deliri di noise sintetico di Muo e le capatine IDM nell'orgia di suono di Upnos, che si placa solo nelle percussioni ancestrali del finale, e nel muro digitale di Telos dove si infrangono, incessanti, le onde dell'Egeo. Acque sulle cui sponde Cutrone è nato e a cui dedica questa sorta di concept, viaggio nello spazio e nel tempo, omaggio al passato, alla terra natìa e ai luoghi visitati da bambino attraverso l'Europa e il vicino Oriente.
Registrato all'Hombre Lobo di Roma, mix ad opera di Mr. Xiu Xiu Jamie Stewart. Buonissima la prima.
(Boring Machines, 2013)


Nessun commento:

Posta un commento