lunedì 5 novembre 2012

Cannibal Movie "Mondo Music"

Reduci dal fortunato esordio di "Avorio", pubblicato lo scorso anno da Sound of Cobra prima in cassetta e prontamente ristampato in vinile, i Cannibal Movie si riaffacciano sulle scene con una nuova cassetta per la giovane etichetta bolognese Yerevan Tapes, giunta alla terza produzione dopo aver pubblicato tra l'altro l'esordio in solo di Gianni Giublena Rosacroce aka Stefano Isaia (Movie Star Junkies, La Piramide di Sangue).

La ricetta del duo tarantino non cambia di molto: "Mondo Music" è una mezzora divisa in due atti di ciò che Donato Epiro e Gaspare Sammartano sanno fare meglio, con l'organo spettrale del primo e i movimenti tribali sentenziati dalla batteria del secondo che improvvisano il solito, rituale mantra ipnotico. La differenza fondamentale sta nella durata dei brani, che passa dai cinque minuti o poco più di "Avorio" al flusso continuo di questo nuovo viaggio nell'occulto: un crescendo di tensione che trova il suo apice a metà del primo lato e che poi sfuma in atmosfere più dilatate e distese, con Sammartano che passa da una batteria pestata dura a più ancestrali percussioni a mano. Difficile dire dove il tasso psichedelico sia più alto, siamo sempre abbondantemente oltre il rosso.

(Yerevan Tapes 2012)

Nessun commento:

Posta un commento