venerdì 11 maggio 2012

Magic Towers "N4"


Nuove tapes in casa NO=FI, l’ultima arrivata è quella dei Magic Towers, duo di Vittorio Veneto dedito ad un’oscura psichedelia estatica che da un anno a questa parte ha invaso l‘underground. Ma non ci dispiace affatto quando abbiamo a che fare con viaggioni di portata pari a questi due: apre una sinfonia di delays e riverberi, elicotteri e melodie ancestrali che sbucano fuori dal nulla e nel nulla ritornano, per riapparire in altre dimensioni sottoforma di interferenze radio, fruscii e battiti che rimbalzano su un sottile velo disteso sul vuoto. Poi il velo si squarcia e non c’è più un sopra e un sotto, il mantra è continuo e non dà pace. E tutto si fonde in un magma colorato che ingloba cristalli di melodia e di rumore, neo-psychedelia e trance noise in technicolor.
Ad aprire il secondo lato feedback e gabbiani morenti che introducono un incubo technoide di ritmi elettronici via via più martellanti, un ronzio invade lo spazio lento e imperterrito come una malattia. Bombe in picchiata fanno tabula rasa, resta soltanto una frequenza minacciosa a contemplare il vuoto. Ed infine nuovi suoni, nuove melodie, nuovi ritmi, in un gioco di miscele, sovrapposizioni e sostituzioni tanto vero quanto la natura. 
Tappeti volanti: ladies and gentlemen, we are floating in space.
Artwork a cura del sempreverde Canedicoda.

(NO=FI Recordings 2012)


Nessun commento:

Posta un commento